La mia rubrica "Easy Pure Debian" nel blog LffL

Notizie ed iniziative relative a Debian e al Software Libero

La mia rubrica "Easy Pure Debian" nel blog LffL

Messaggioda Osiris » 28/03/2012, 17:45

Il "famoso" blog italiano LffL - Linux Freedom For Live è uno spazio con molte guide, tips & tricks e novità dal mondo linux, naturalmente la distribuzione di cui si parla maggiormente è Ubuntu, la più popolare e facile da usare. Ho da poco deciso di collaborare al blog con una rubrica interamente dedicata a Debian, con piccole guide e approfondimenti per far conoscere meglio Debian anche sotto altri punti di vista. Se volete dategli un'occhiata: http://www.lffl.org/search/label/Easy%20Pure%20Debian
Packard Bell Dot S, Debian 6 squeeze
Avatar utente
Osiris
Jr. Member
Jr. Member
 
Messaggi: 51
Iscritto il: 10/06/2011, 13:05

Re: La mia rubrica "Easy Pure Debian" nel blog LffL

Messaggioda Flobo » 28/03/2012, 21:56

Grazie per la segnalazione, ti terrò d'occhio ;D
Stefano Filippa - Sito web + Web-Log
Avatar utente
Flobo
Hero Member
Hero Member
 
Messaggi: 503
Iscritto il: 15/04/2009, 14:04
Località: Varallo

Re: La mia rubrica "Easy Pure Debian" nel blog LffL

Messaggioda marcomg » 29/03/2012, 12:41

Gli articoli sono interessanti, ma un po' semplicistici.
Ultima modifica di marcomg il 30/03/2012, 14:19, modificato 2 volte in totale.
Windows is what you open when you want fresh air from outside.
Avatar utente
marcomg
Hero Member
Hero Member
 
Messaggi: 5649
Iscritto il: 22/08/2011, 18:54

Re: La mia rubrica "Easy Pure Debian" nel blog LffL

Messaggioda Danielsan » 29/03/2012, 21:55

Sono un po' perplesso perché le guide che proponi non sono per niente nello spirito di Debian e quando le ho viste ho pensato che sicuramente non facevi parte della comunità di Debianizzati ma ora mi devo ricredere.
Debian Testing/Sid amd64
systemd ha reso GNU/Linux più brutto...
Avatar utente
Danielsan
Hero Member
Hero Member
 
Messaggi: 1430
Iscritto il: 10/07/2009, 19:23
Località: Roma

Re: La mia rubrica "Easy Pure Debian" nel blog LffL

Messaggioda Osiris » 29/03/2012, 23:02

Danielsan ha scritto:Sono un po' perplesso perché le guide che proponi non sono per niente nello spirito di Debian e quando le ho viste ho pensato che sicuramente non facevi parte della comunità di Debianizzati ma ora mi devo ricredere.

Scusa, ma in che cosa le guide "non sono nello spirito di Debian"? Quando ho parlato di Google Chrome ho messo proprio in grassetto che "non è software libero e non è conforme alle Linee Guida Del Software Libero Di Debian", quando ho parlato di Debian Sid, ho riportato la guida del wiki con aggiunte di spiegazioni e indicazioni mie per far capire meglio a chi si avvicina a Debian solo adesso, quando ho segnalato l'intervista a Zacchiroli mi sono espressamente complimentato con lui proprio su come la pensa lui (e Debian) su Apple e le restrizioni del software chiuso. Ad esempio, fra un po, quando avrò tempo farò un'articolo sui codec per Debian, cercando di accontentare anche chi vuole solo codec liberi...Non è che se si parla di Debian in un blog "famoso" e incentrato su Ubuntu, perde la sua qualità, anzi contribuisce ad avvicinare altre persone che magari non frequentano il Wiki e questo forum...
Packard Bell Dot S, Debian 6 squeeze
Avatar utente
Osiris
Jr. Member
Jr. Member
 
Messaggi: 51
Iscritto il: 10/06/2011, 13:05

Re: La mia rubrica "Easy Pure Debian" nel blog LffL

Messaggioda Danielsan » 29/03/2012, 23:29

Dopo questa tua spiegazione sono ancora più convinto che il tuo approccio non mi piace.
Eh ahimé sono convinto che non stai facendo un buon servizio a Debian, ma questa è una mia personalissima opinione.

Tra l'altro il titolo è proprio fuorviante, io pensavo che Easy Pure Debian parlasse di Debian Squeeze senza software chiuso, invece è tutto il contrario... :D

Il primo articolo parla di Plymouth, ma dato che stai parlando di Debian, dovresti quanto meno spiegare perché hanno deciso di non metterlo di default, che a mio avviso era più interessante per una questione didattica. Tra l'altro la tue indicazioni sono parziali e potrebbero non funzionare con tutte le schede video e ti consiglio di integrarle con questa guida anche se sono rivolte ad ubuntu: http://www.linuxqualityhelp.it/supporto ... =25&t=5950

Il secondo articolo parla di Chrome... ::)

L'ultimo articolo che hai scritto parla di Sid e non hai menzionato neanche una volta la parola bug triaging per la quale il povero Zacchiroli si sta spendendo in maniera infaticabile.

Finora hai scritto tre articoli e non me ne è piaciuto neanche uno; sono proprio impostati male e parlano di Debian in un modo che a me sembra sbagliato.
Debian Testing/Sid amd64
systemd ha reso GNU/Linux più brutto...
Avatar utente
Danielsan
Hero Member
Hero Member
 
Messaggi: 1430
Iscritto il: 10/07/2009, 19:23
Località: Roma

Re: La mia rubrica "Easy Pure Debian" nel blog LffL

Messaggioda Osiris » 30/03/2012, 0:16

Naturalmente rispetto le opinioni di tutti, ma mi sembra che tu sia un po esagerato, e te lo spiego subito:

Punto Primo: nell'articolo su plymouth (a parte che l'ho testato personalmente, ma su Intel) le righe di codice da mettere in /etc/initramfs/tools/modules anche per le altre schede video sono tratte dal Wiki Ufficiale di Debian: http://wiki.debian.org/it/plymouth e non credo che lo avrebbero scritto se su nVidia ad esempio fa danni ( e comunque plymouth non è come quando era appena uscito). La procedura per creare un tema personalizzato è basata su Ubuntu, ma con alcune modifiche mie, altrimenti non avrebbe funzionato (il percorso per gli script del plymouth su Debian è diverso).

Punto Secondo: il fatto che semplicemente si parli di Chrome non vuol dire "favorire" il software chiuso. Sarebbe sbagliato non parlarne come una censura (non farlo sapere che c'è e si può installare). E comunque ho opportunamente citato Chromium e Iceweasel apposta. Anche nelle Guide Debianizzati c'è una guida su chrome e i codec dei repo Multimedia; dobbiamo nascondere anche quelle? dobbiamo non parlarne proprio? Sia nelle guide che ti ho menzionato, che nei miei umili articoli viene posto l'accento sul fatto che non sono software libero e non conformi a Debian.

Punto Terzo: i miei articoli hanno lo scopo di far conoscere un po di più Debian, non di fare una spiegazione dettagliata e tecnica del lavoro di un Project Leader. Quando ho parlato di Sid ho menzionato quello che all'utente serve sapere: cioè che Unstable può avere piccoli problemi visto che si aggiorna frequentemente, che è sconsigliabile su macchine di produzione ecc., i passaggi dei pacchetti al ramo Testing, il successivo "congelamento" e la via per la Stable. All'utente molti dettagli tecnici possono anche non interessare.

Ho chiesto quì sul forum se la guida su Plymouth poteva andare bene per il Wiki e Ferdybassi, oltre ad avermi dato subito i link per imparare a collaborare mi è sembrato favorevole: viewtopic.php?f=25&t=45985. Mettetevi d'accordo se le mie guide non sono adatte al wiki o non sono "nel vostro stile".

Dici che sono impostate male, io rileggendole vedo delle guide semplici, chiare e spiegate in parole che TUTTI possono capire; con le cose essenziali dette "in parole povere". Cosa c'è che ti urta nelle cose che ho scritto? Debian è usata anche sul Desktop, da persone semplici (come me) non solo da amministratori di Server e Sviluppatori. Bisogna pensare a tutti.
Packard Bell Dot S, Debian 6 squeeze
Avatar utente
Osiris
Jr. Member
Jr. Member
 
Messaggi: 51
Iscritto il: 10/06/2011, 13:05

Re: La mia rubrica "Easy Pure Debian" nel blog LffL

Messaggioda Danielsan » 30/03/2012, 8:43

Non sono urtato da nulla, semplicemente non sono convinto che diffondere Debian nel modo che stai facendo te sia un buon servizio a Debian. Fondamentalmente Debian è comunità, è cultura del software libero, è do-ocracy e tutte quelle altre cose che rendono significativo il software open-source.
Ritengo che bisognerebbe parlare di Debian in questi termini per coerenze e rispetto dell'impegno che gli sviluppatori (e seguire tutti gli altri) impiegano nello sviluppare le release stabile.
Ci sono Ubuntu e Mint per avere un'atteggiamento più scanzonato al floss e guarda già i danni "culturali" che fanno.

Tra l'altro il blog LFFL ha un'atteggiamento che io non apprezzo particolarmente ed è quello di proporre sempre sempre software esterni ai repo di Ubuntu suggerendo "PPA" in maniera assolutamente indiscriminata.
Favorendo una pratica che da una parte inficia il lavoro di chi pacchettizza i software (e ti ricodo che al 90% è lavoro della comunità di Debian) e dall'altra rende le distribuzioni piuttosto instabili e disordinate nella gestione delle dipendenze (e questi sono i danni "culturali" prodotti da Ubuntu).

Quindi da quel blog non mi sarei aspettato un atteggiamento più critico, nel senso di approfondimento del pensiero, su Debian e te fondamentalmente nei sei, ai miei occhi, corrensponsabile; fermo restando che questa rimane la mia personale opinione che lascia il tempo che trova e che te sei liberissimo di gestire il tuo lavoro come meglio ritieni.
Debian Testing/Sid amd64
systemd ha reso GNU/Linux più brutto...
Avatar utente
Danielsan
Hero Member
Hero Member
 
Messaggi: 1430
Iscritto il: 10/07/2009, 19:23
Località: Roma

Re: La mia rubrica "Easy Pure Debian" nel blog LffL

Messaggioda Risca » 30/03/2012, 12:04

Anche io condivido le opinione di DanielSan. In più sottolineo che fin dall'inizio c'è un grosso errore nel modo di presentarsi...
Osiris ha scritto:Il "famoso" blog italiano LffL

"Famoso"? Eppure mai sentito parlare, anzi, come spiega il sito stesso fino ad un paio di anni fa stava morendo...
Osiris ha scritto:Ubuntu, la più popolare e facile da usare.

Ci sarebbe da ridire su entrambe. Ad esempio adesso sta spopolando Mint in ambito desktop (probabilmente a causa delle scelte di Canonical stessa). Anche sul più facile ci sarebbe da ridire: le distro disponibili sono tante, inoltre a volte Ubuntu è più ostica di Debian stessa...
Osiris ha scritto:Ho da poco deciso di collaborare al blog con una rubrica interamente dedicata a Debian, con piccole guide e approfondimenti per far conoscere meglio Debian anche sotto altri punti di vista.
Sembra essere più un feed agregator o un mezzo copia incolla, non vedo valore aggiunto nella presentazione degli articoli e mi sembrano tutti molto superficiali.

Inoltre, è pieno di pubblicità e poco niente trasmette dei valori della comunità Debian o dei principi del Software Libero, seppure il nome ingannevole del portale stesso.

Insomma, spazzatura.
Avatar utente
Risca
e-zine member
e-zine member
 
Messaggi: 2011
Iscritto il: 09/02/2009, 11:37
Località: Torino-Milano

Re: La mia rubrica "Easy Pure Debian" nel blog LffL

Messaggioda GipPasso » 30/03/2012, 16:02

Chiarisco un punto a Osiris: le tue guide, se corrispondenti come sono ora alle nostre linee guida, sono assolutamente desiderabili per il nostro wiki. Non rinunciare a contribuire riportandole, o aggiustando guide già presenti sulla base del tuo lavoro (modifiche sostanziali vanno discusse, ma un arricchimento è sempre ben visto).

Le critiche di Danielsan o Risca non le confondere con quelle della comunità Debianizzati. Non c'è nulla su cui mettersi d'accordo, mi riferisco alla tua frase
Mettetevi d'accordo se le mie guide non sono adatte al wiki o non sono "nel vostro stile".


Se le singole guide che proporrai o stenderai avranno degli aspetti non graditi si aprirà una discussione su quel punto. Intanto ti ringraziamo per la volontà di contribuzione.

Tornando in merito, capisco quello che dicono Risca e Danielsan, ma lo ritengo, io che in genere mi considero parecchio intransigente, tanto rigido da essere in disaccordo con loro.

Quel blog, checché "famoso", non l'ho mai sentito nominare. Però io guardo poco ai blog. Oltre a poche notizie da lwn e qualche scorsa del planet Debian non cerco blog e opinioni di persone il cui livello di coinvolgimento e competenza non conosco.
A prima non mi è sembrato troppo interessante, ma è anche pieno di pubblicità di ditte che mi piacciono (Abaco per esempio). Ritengo che sia il tipo di blog che può avere diffusione, e sono solo che contento che si parli di Debian, con le debite distinzioni di software libero o no. Possiamo dire a Osiris di mettere qualche zampata su bug triaging o sullo spirito che dovrebbe risiedere alla base della scelta di sid (lo sviluppare e il contribuire, non l'avere il software aggiornato) e cose del genere. Non penso, però, che oltre a ciò gli si possa dir altro se non che fa bene a proporre distinzioni tra software liberi e non, e a proporre Debian anche se non la prende dal lato epistemologico.

Non si può pretendere l'approccio teoretico (non uso volutamente l'aggettivo teorico, perché da quel punto di vista non mi sembra superficiale), soprattutto in una comunità più concentrata su Ubuntu.

GipPasso
Avatar utente
GipPasso
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 3492
Iscritto il: 02/03/2006, 8:30
Località: Passo della Cisa (PR)

Re: La mia rubrica "Easy Pure Debian" nel blog LffL

Messaggioda ferdybassi » 30/03/2012, 16:12

Danielsan ha scritto:Eh ahimé sono convinto che non stai facendo un buon servizio a Debian, ma questa è una mia personalissima opinione.
...
Il primo articolo parla di Plymouth,
...
Il secondo articolo parla di Chrome... ::)
...
L'ultimo articolo che hai scritto parla di Sid e non hai menzionato neanche una volta la parola bug triaging per la quale il povero Zacchiroli si sta spendendo in maniera infaticabile.

Non sono d'accordo.
Danielsan sottolinea degli aspetti che sono fondamentali in Debian, che ne costituiscono il cardine e che la differenziano dal resto della marmaglia delle distribuzioni. Sono tutti aspetti che io ho a cuore, su cui spendo spesso fiumi di parole e in cui credo, ma ciononostante non capisco il senso delle critiche.
Una guida su come installare plymouth deve essere una guida su come installare plymouth, non un trattato sulla filosofia alla base di Debian. Eventualmente si può rimproverare a Osiris di non aver iniziato la sua rubrica con un articolo sul contratto sociale di Debian. Ma rimproverarlo perchè non parla del contratto sociale in una guida dedicata a plymouth mi sembra fuori luogo.
Io personalmente, se leggessi una guida del tipo:
Debian è una distribuzione basata su un rigido contratto sociale
...
principi del FLOSS
...
FSF
...
comunità
...
per installare plymouth digitate: apt-get install plymouth

penserei che l'autore è un deficiente o che si è fumato qualcosa...
Se stiamo a questi parametri, allora ad esempio anche questa guida: http://guide.debianizzati.org/index.php ... an_Squeeze
che mi è costata serate di sudore e di fatica andrebbe sbattuta nel cesso. Non si fa menzione del fatto che Debian è una do-cracy... e lo stesso per il 90% delle guide del nostro wiki. Si salverebbero solo quelle che introducono a Debian e al suo mondo...
Ritengo che bisognerebbe parlare di Debian in questi termini per coerenze e rispetto dell'impegno che gli sviluppatori (e seguire tutti gli altri) impiegano nello sviluppare le release stabile.

No. Ci sono posti e momenti in cui è DOVEROSO farlo e ci sono altri posti e altri momenti in cui è DOVEROSO fornire le informazioni tecniche per farla funzionare, 'sta Debian.
Secondo il mio modesto parere lo "spirito" della comunità Debian non si diffonde ripetendo a destra e a manca, in ogni dove e in ogni momento, che Debian è libera, comunitaria, open e tutto il resto. Si diffonde, al contrario, rimboccandosi le maniche, fornendo aiuto, supporto, consigli, ricordando quando serve - sottovoce e senza imposizioni - i principi in cui crediamo, e suggerendo sempre vie che comprendano alternative libere, invitando semmai a provarle.
E' lo stile di vita che fa il monaco, non l'abito né le prediche...

Danielsan ha scritto:Il primo articolo parla di Plymouth, ma dato che stai parlando di Debian, dovresti quanto meno spiegare perché hanno deciso di non metterlo di default

Plymouth si trova nel repo main e non è incluso "di default" (ma di default dove?) come non lo sono Apache, Squid, Bind, KDE, openLDAP e una tonnellata di altri pacchetti...

Detto questo, il blog dove Osiris tiene la sua rubrica mi fa personalmente ribrezzo... e penso che sia solo un modo per far fruttare qualche Google Ads piazzato con oculatezza... ma questa mia opinione non c'entra assolutamente nulla con ciò che Osiris ha scritto...

Ciao ciao
Immagine  Immagine
Avatar utente
ferdybassi
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 3290
Iscritto il: 28/12/2006, 4:22
Località: S. Angelo Lodigiano (LO)

Re: La mia rubrica "Easy Pure Debian" nel blog LffL

Messaggioda ferdybassi » 30/03/2012, 17:20

Prendo spunto dal mio post precedente e da questa reazione: viewtopic.php?f=25&t=45985#p150974 per una considerazione.
Se Osiris avesse letto delle critiche del tipo "il blog su cui scrivi non mi esalta; prova a innalzarne la qualità scrivendo non solo di plymouth, ma anche della filosofia che sta alla base di Debian", probabilmente non avrebbe avuto la reazione (da bambino...) che ha avuto.
In sostanza: nell'ansia di diffondere Debian ne abbiamo ridotto la diffusione...

Ciao ciao
Immagine  Immagine
Avatar utente
ferdybassi
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 3290
Iscritto il: 28/12/2006, 4:22
Località: S. Angelo Lodigiano (LO)

Re: La mia rubrica "Easy Pure Debian" nel blog LffL

Messaggioda Flobo » 30/03/2012, 21:42

Sarà meramente una questione caratteriale ma proprio non riesco a capire perché le persone tendono ad offendersi così facilmente. Se il pinco pallo di turno crede in qualcosa e fa qualcosa di concreto in relazione a ciò, a mio avviso, si espone inevitabilmente anche ai malumori della piazza ... ma non è questo un buon motivo per mollare o non collaborare, a meno che uno non si ritrovi in totale accordo con critiche distruttive inerenti al proprio lavoro ...

Ascoltare le altrui opinioni è cosa giusta e saggia ma alla fin fine dimostriamo anche di avere le palle ... indipendentemente dal sesso.

Ciao :)
Stefano Filippa - Sito web + Web-Log
Avatar utente
Flobo
Hero Member
Hero Member
 
Messaggi: 503
Iscritto il: 15/04/2009, 14:04
Località: Varallo

Re: La mia rubrica "Easy Pure Debian" nel blog LffL

Messaggioda Danielsan » 31/03/2012, 9:59

Ribadisco che ho espresso opinioni personali che non investono Debianizzati, semplicemente per rispondere a Ferdybassi il mio disappunto è nato dal fatto che sono abituato a valutare che le persone che frequentano il forum hanno una certa consapevolezza del floss e di Debian e quindi sono rimasto colpito (negativamente) quando ho scoperto che l'autore della rubrica di LFFL era iscritto a Debianizzati.

Comunque se ci si espone pubblicamente bisogna essere pronti anche subire delle repliche, fa parte del gioco. ;)
Debian Testing/Sid amd64
systemd ha reso GNU/Linux più brutto...
Avatar utente
Danielsan
Hero Member
Hero Member
 
Messaggi: 1430
Iscritto il: 10/07/2009, 19:23
Località: Roma

Re: La mia rubrica "Easy Pure Debian" nel blog LffL

Messaggioda Risca » 01/04/2012, 23:10

Vorrei contestualizzare meglio il mio commento precedente aggiungendo che, se in questo caso sono stato un po' più scontroso del solito, è dovuto alla tipologia di sito web di cui, a mio avviso, stiamo discutendo.

Infatti concordo con:
ferdybassi ha scritto:Detto questo, il blog dove Osiris tiene la sua rubrica mi fa personalmente ribrezzo... e penso che sia solo un modo per far fruttare qualche Google Ads piazzato con oculatezza... ma questa mia opinione non c'entra assolutamente nulla con ciò che Osiris ha scritto...

Inoltre lo stesso autore sembrerebbe enfatizzare questo fine quando afferma che:
Osiris ha scritto:Per la ridistribuzione dei contenuti non ci sono problemi, basta inserire la fonte originaria (il blog), anche per i motori di ricerca. A questo punto, però [...] qualcuno interessato se vuole può pubblicare la mia guida su Plymouth, citando opportunamente la fonte (il blog LffL) e l'atutore (cioè io, ma con il mio vero nome che appare nell'articolo su LffL)...


Purtroppo questa è una tipologia di siti web che detesto brutalmente! Sono come una cloaca in cui finiscono pezzetti un po' dal tutto il web con lo scopo di attirare utenti ignari che finisco in rete da ricerche sui motori di ricerca (eh, l'importanza della citazione...). Cosa c'è di male?

È malissimo! Perché agiscono come sanguisughe. Attraversando il loro pantano, si attaccano alla caviglie per succhiarti quanto più tempo possibile a suon di Google Ads. Così tu perdi tempo per permettere loro (se non hai ABP installato) di racimolare qualche mezzo centesimo. Pertanto citare una tale tipologia di sito è un po' come partecipare al loro gioco di SPAM 3.0, e sinceramente preferirei farne a meno.

Può poi essere che io mi sia sbagliato sulla natura del sito, o che Osiris abbia sbagliato a partecipare a quel portale (o chissà quante altre cose), comunque il mio giudizio è centrato esclusivamente sulla bontà di LffL - qui pubbicizzato - e non sulle capacità dell'utente o delle sue guide.
Avatar utente
Risca
e-zine member
e-zine member
 
Messaggi: 2011
Iscritto il: 09/02/2009, 11:37
Località: Torino-Milano

Prossimo

Torna a News ed Iniziative

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite