Il vergognoso siparietto per la scelta dell'Init

Discussioni relative a Debian e Linux

Re: Il vergognoso siparietto per la scelta dell'Init

Messaggioda AS » 20/11/2014, 14:53

Lo dico sempre che è meglio essere pochi ma buoni, ma qui c'è il rischio di rimanere 4 gatti... :D
E tutto a causa di questa faccenda dell'init, importante per carità, ma forse pretestuosa: o forse, c'è sotto dell'altro... ;D
Se la casa del tuo vicino brucia, la cosa ti riguarda, e parecchio.


Immagine
Avatar utente
AS
Hero Member
Hero Member
 
Messaggi: 1162
Iscritto il: 01/05/2010, 10:22

Re: Il vergognoso siparietto per la scelta dell'Init

Messaggioda giacobazzi » 20/11/2014, 15:18

desperados ha scritto:ma in quanti si sono dimessi alla fine? è stata una strage. speriamo bene...

Beh alla fine se ne e' andato realmente solo Hess che si e' dimesso da DD.
Colin, Ian e Russell si son dimessi dal CT ma son ancora DD, Tollef si e' ritirato solo da systemd.
giacobazzi
Newbie
Newbie
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 19/11/2014, 17:32

Re: Il vergognoso siparietto per la scelta dell'Init

Messaggioda BubuXP » 29/11/2014, 11:53

Pensavate che l'argomento fosse chiuso e invece...
http://devuan.org/
Devuan - the GNU/Linux by Veteran Unix Admins
Avatar utente
BubuXP
Hero Member
Hero Member
 
Messaggi: 753
Iscritto il: 17/12/2011, 4:20
Località: Sicilia orientale

Re: Il vergognoso siparietto per la scelta dell'Init

Messaggioda dring » 29/11/2014, 12:13

BubuXP ha scritto:Pensavate che l'argomento fosse chiuso e invece...
http://devuan.org/
Devuan - the GNU/Linux by Veteran Unix Admins

mi lascia perplesso, già siamo quattro gatti in Debian, se poi facciamo fork su fork il rischio è distruggere tutto.
feed your head
linuxuser # 2011188
Avatar utente
dring
Hero Member
Hero Member
 
Messaggi: 1066
Iscritto il: 27/12/2010, 9:54
Località: Brescia

Re: Il vergognoso siparietto per la scelta dell'Init

Messaggioda marcomg » 29/11/2014, 16:10

È quello che ho sempre pensato miglioriamo quello che abbiamo invece di creare una cosa nuova, ma se una grande parte degli utenti non vuole systemd c'è tutto il diritto di avere una debian senza systemd ;D
Io rimando dell'idea che i pacchetti non debbiano dipendere da un sistema di init.
Windows is what you open when you want fresh air from outside.
Avatar utente
marcomg
Hero Member
Hero Member
 
Messaggi: 5605
Iscritto il: 22/08/2011, 18:54

Re: Il vergognoso siparietto per la scelta dell'Init

Messaggioda s3v » 29/11/2014, 16:43

Tralasciando il fatto che non si sa chi sia 'sta gente, chi siano i beneficiari del "donate money", che modifiche abbiano fatto o abbiano intenzione di fare (github è vuoto), che competenze abbiano a parte dichiarare di essere "amministratori veterani Unix", che progetti siano in cantiere (mailing list deserta), quale sia la policy della distribuzione e le fondamenta etiche, si può dire che il nome fa veramente pena.
Sembra una medicina: il Devuan.
Avatar utente
s3v
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 5744
Iscritto il: 31/12/2008, 11:54

Re: Il vergognoso siparietto per la scelta dell'Init

Messaggioda marcomg » 29/11/2014, 19:54

Ah ah ah :') sono d'accordo ;D
Windows is what you open when you want fresh air from outside.
Avatar utente
marcomg
Hero Member
Hero Member
 
Messaggi: 5605
Iscritto il: 22/08/2011, 18:54

Re: Il vergognoso siparietto per la scelta dell'Init

Messaggioda AS » 29/11/2014, 23:13

Secondo me è uno scherzo dai!
Devuan= Devone all'italiana? Come Califogna insomma? Ma per favore... :D
Se la casa del tuo vicino brucia, la cosa ti riguarda, e parecchio.


Immagine
Avatar utente
AS
Hero Member
Hero Member
 
Messaggi: 1162
Iscritto il: 01/05/2010, 10:22

Re: Il vergognoso siparietto per la scelta dell'Init

Messaggioda Stemby » 30/11/2014, 0:17

In almeno una cosa però sono decisamente avanti. Giusto qualche giorno fa sono riuscito a fare una piccola donazione in bitcoin a Debian, ma la procedura che ho seguito non è per niente documentata (anche se basta chiedere su IRC e non è poi così difficile da individuare).

Invece sulla homepage del "progetto" (?) Devuan (???????) un indirizzo Bitcoin è in bella mostra. Poi, a chi vadano e per cosa è decisamente (almeno per il momento) fumoso.

Staremo a vedere.

Ciao!
Stemby
wiki member
wiki member
 
Messaggi: 1428
Iscritto il: 11/04/2009, 15:47
Località: Missaglia (LC)

Re: Il vergognoso siparietto per la scelta dell'Init

Messaggioda nextime » 30/11/2014, 5:38

Ciao a tutti. Sono "Franco (nextime) Lanza", uno degli autori del fork "Devuan".

Intervengo per dare fare alcune precisazioni, spero che vi faccia piacere.

Non intendo spiegare e/o discutere se e' giusto forkare, perche' stiamo forkando, se systemd sia o meno bello etc etc, su questo si sono gia' consumate molte tastiere.

Intendo pero' dare alcune precisazioni su chi siamo e cosa stiamo facendo visto le diverse cose emerse in questo thread.

Innanzitutto chi sono i "Veteran Unix Admins", o da qui in poi "VUA".
VUA e' un gruppo di persone, un forum di discussione privato e chiuso, nato all'incirca 3 anni e mezzo fa da un gruppetto di "vecchietti" sysadmin unix tutti amici per lo piu' del giro milanese. Il nome proviene da qui: http://www.infoworld.com/article/262348 ... admin.html
Per nostra definizione interna e' VUA chi si riconosce in almeno 5, meglio 6 dei punti li elencati.

Seppur chiuso e privato, il gruppo VUA e' nel tempo cresciuto molto, e oggi conta, nel momento in cui scrivo, 932 membri, dei quali il 95% italiani, e non piu' solo sysadmin, ma comunque persone che gravitano nel mondo informatico relativo e/o vicino a Unix.

Tra questi un gruppo di una 50ina di persone, tutti utenti debian di vecchia data, alcuni sviluppatori e alcuni sysadmin, alcuni anche debian developers, hanno deciso di fare l'oramai noto sito "debianfork.org" perche', per motivazioni che non e' piu' il caso di discutere, non volevano assolutamente l'imposizione di systemd.

Dopo la General Resolution finita "male" secondo noi, abbiamo dciso di andare avanti, e quindi siamo arrivati al fork.
Attualmente Devuan, il fork in questione, conta tra gli sviluppatori attivi una decina di questi VUA, che hanno dato vita al progetto, a cui altri hanno gia dato disponibilita' di unirsi mano a mano che ci organizziamo, e qualche sviluppatore unitosi a noi immediatamente dopo l'annuncio del fork.

Il progetto e' serissimo, non e' trolling, non e' nulla di che: semplicemente abbiamo deciso che e' finito il momento di gridare che non vogliamo imposizioni, ed e' arrivato il momento di agire e forkare, e lo stiamo facendo.

Tengo a sottolineare che devuan NON e' una debian senza o peggio "contro" systemd, di fatto in devuan systemd sara' supportato. Devuan e' un fork "a favore della liberta' di scelta". Il default per noi rimarra' sysvinit, ma tutti gli init saranno supportati, tutti quelli presenti attualmente in debian almeno.

Ma quindi cosa cambia da debian? molto. In debian si dice che systemd si puo' levare, ma NON e' vero. Puoi levarlo dal PID 1, ma i suoi "tentacoli" rimangono ovunque nel sistema, e non e' possibile farne del tutto a meno. Ecco, noi vogliamo poter scegliere di farne anche del tutto a meno, se lo desideriamo.

Voglio pero' non entrare ora qui nel tecnico, e rispondere ad altri dubbi.

Prima di tutto molti dicono che non si sa bene chi ci sia dietro. A parte la spiegazione di chi sono i vua, c'e' un certo numero di noi che, almeno per ora, vuole rimanere anonimo. Questo non e' fatto a caso, c'e' un motivo preciso: considerando quanto e' accesa la diatriba contro chiunque non sia "pro-systemd", molti temono ad esporsi in questa fase, e lo fanno a ragion veduta: chi si e' esposto ad oggi ha subito insulti, persino minacce, in molti casi denigrazione: e io e altri ce ne sbattiamo, per alcuni puo' provocare problemi.

Altra critica e' che abbiamo poco online: gente, stiamo forkando una distribuzione enorme, che non significa solo pacchetti, significa anche struttura organizzativa, infrastruttura, apparato decisionale etc etc. Il fork e' iniziato da una settimana, lasciateci il tempo di organizzarci! :D

Chi prende i soldi: Dyne.org, associazione no-profit esistente da molti anni, riconosciuta da FSF e dalla comunita' europea, con sede in olanda, che gestisce diversi progetti opensource tra cui ad esempio dyne:bolic e nota da diversi anni per l'attivismo nel mondo del software libero, ha dato tramite il suo presidente, che e' anche un membro dei vua e uno degli autori del fork, Jaromil (Denis Roio), l'assenso a gestire per noi i fondi, pagando anche le tasse e facendo tutto in maniera assolutamente legale e trasparente (i bilanci sono pubblici).

Come verranno usati i fondi?: in questo momento preciso NON abbiamo bisogno di fondi, abbiamo diverse risorse donate dai nostri membri ( io stesso ho messo a disposizione 4 server ). Tuttavia e' prevedibile che a breve termine avremo bisogno di spingere, per un progetto simile i fondi servono sempre. Quindi perche' non chiedere dei contributi a chi volesse darne? come verranno usati sara' comunque sempre pubblicamente dichiarato.

Se avete altre domande, non c'e' alcun problema.
nextime
Newbie
Newbie
 
Messaggi: 31
Iscritto il: 30/11/2014, 4:12

Re: Il vergognoso siparietto per la scelta dell'Init

Messaggioda nextime » 30/11/2014, 5:39

Ah dimenticavo: il nome. Devuan e' semplicemente il mix di "debian+VUA".
nextime
Newbie
Newbie
 
Messaggi: 31
Iscritto il: 30/11/2014, 4:12

Re: Il vergognoso siparietto per la scelta dell'Init

Messaggioda marcomg » 30/11/2014, 9:20

Ma non bastava un repository con pacchetti che NON dipendono da systemd?
Windows is what you open when you want fresh air from outside.
Avatar utente
marcomg
Hero Member
Hero Member
 
Messaggi: 5605
Iscritto il: 22/08/2011, 18:54

Re: Il vergognoso siparietto per la scelta dell'Init

Messaggioda desperados » 30/11/2014, 9:53

in bocca al lupo per tutto e grazie davvero del chiarimento, però non c'era una soluzione più semplice che creare un'altra distro? voglio dire, immagino sia un lavoro ENORME, dove sono molto i rischi e poche le probabilità di successo (che vi auguro di cuore, ma sono anche pratico...)
- Potrebbe esser peggio. - E come? - Potrebbe piovere!
desperados
Hero Member
Hero Member
 
Messaggi: 776
Iscritto il: 22/02/2008, 8:55

Re: Il vergognoso siparietto per la scelta dell'Init

Messaggioda marcomg » 30/11/2014, 10:16

Più che altro mantenere un repository grande come quello di debian è un lavoro enorme, troppo grande per poche persone...
Windows is what you open when you want fresh air from outside.
Avatar utente
marcomg
Hero Member
Hero Member
 
Messaggi: 5605
Iscritto il: 22/08/2011, 18:54

Re: Il vergognoso siparietto per la scelta dell'Init

Messaggioda dring » 30/11/2014, 10:38

Ringrazio nextime per le spiegazioni, ma dubito del successo dell'iniziativa perché il casus belli non la giustifica, almeno per la mole di lavoro da affrontare.
Le dispersione di risorse non va mai bene soprattutto quando Debian ha bisogno di ulteriore credibilità invece che di detrattori che oggettivamente fanno il gioco di M$, "divide et impera".
Tutti hanno criticato systemd e fra qualche anno probabilmente sarà soppiantato da qualche altro init, chi lo sa?
Da parte mia considero Devuan solo l'ennesima distribuzione derivata da Debian.
Staremo a vedere, io resto fedele a Debian e a Debianizzati.
feed your head
linuxuser # 2011188
Avatar utente
dring
Hero Member
Hero Member
 
Messaggi: 1066
Iscritto il: 27/12/2010, 9:54
Località: Brescia

PrecedenteProssimo

Torna a Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti