Icedove / Thunderbird: nomi di local folders e file system

Ottimizzazione, pulizia, gestione e manutenzione di una Debian Box

Icedove / Thunderbird: nomi di local folders e file system

Messaggioda Aki » 31/12/2016, 19:00

Il clienti di posta elettronica icedove (ovvero thunderbird) dispone della possibilità di migrare agevolmente il/i profili utente associati anche semplicemente con un copia & incolla della cartelle contenente il profilo e modificando adeguatamente il contenuto del file di configurazione (vedi http://kb.mozillazine.org/Profile_folder_-_Thunderbird). Ciò, inoltre, consente di poter spostare, a parità di versione dell'applicazione, la base dati tra client che operano su sistemi operativi diversi (icedove / thunderbird è disponibile alla stessa versione per sistemi operativi diversi, sia proprietari che orientati al free software) sia con finalità di backup che di utilizzo simultaneo (live) su diverse postazioni (avendo l'accortezza di non mandare in conflitto i diversi client che accedono allo stesso account).

Icedove / Thunderbird ha la possibilità di poter creare delle sottocartelle locali all'account principale, ad esempio per organizzare la posta in arrivo in funzione dei diversi mittenti e/o dei diversi argomenti secondo filtri definiti dall'utente; ciascuna di queste sotto-cartelle locali, a livello della singola installazione, è gestita attraverso una directory del file system che ospita il profilo utente di Icedove / Thunderbird e il cui nome corrisponde a quello della rispettiva sotto-cartella, almeno finché il nome della sottocartella utilizza caratteri riconosciuti dal file system che ospita il profilo utente.

Quando, invece, l'utente per propria scelta (ad esempio, per maggiore facilità di lettura) decide di utilizzare per il nome della sotto-cartella caratteri non utilizzabili per il nome di una directory nel file system utilizzato (ad esempio, tipicamente il carattere "*" oppure ">", per i dettagli vedere il codice sorgente), allora Icedove / Thunderbird è stato programmato (vedi la funzione del codice sorgente che controlla se è necessario generare un HASH) in modo da generare un HASH corrispondente alla path completa di tale directory (comprensiva dell'eventuale path assoluta impostata nel file che configura i profili) ed utilizzare tale hash per associarla al nome della sotto-cartella nel programma di posta. L'associazione tra l'HASH e il nome prescelto dall'utente per tale sottocartella è poi registrata in un database SQLlite chiamato panacea.dat e contenuto all'interno del singolo profilo utente. Qualora questo file sia cancellato, Icedove / Thunderbird è in grado di ripristinarlo, ma l'informazione dell'associazione tra l'HASH e il nome prescelto dall'utente per tale sottocartella è persa perché non è ridondata altrove. Analogamente, per spostare il profilo da una posizione all'altra nel file system e potervi successivamente accedere conservando i nomi delle sotto-cartelle in Icedove / Thunderbird, è necessario mantenere la stessa path assoluta (poiché in panacea.dat l'hash è associato alla path assoluta, se utilizzata in fase di configurazione).

Se non si vuole incorrere in tali problemi, per le sotto cartelle devono essere scelti nomi compatibili con i nomi delle directory dei diversi file system che si intendono utilizzare.

Riferisco quanto sopra per quanto possa interessare ad altri utenti.
Aki
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7421
Iscritto il: 27/12/2007, 16:59

Torna a Tuning

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron