Differenze tra metodi di installazione: pro e contro

Sezione dedicata alle problematiche sull'uso dei tool di installazione e gestione di pacchetti, in una distribuzione Debian-based.

Differenze tra metodi di installazione: pro e contro

Messaggioda capocla » 01/09/2019, 12:08

Prendendo spunto dal mio ultimo problema problema, vorrei appronfondire sui metodi di aggiornamento del sistema.
apt è sicuramente un ottimo tool ma in alcuni casi va configurato per funzionare a dovere.
Per esempio, io utilizzo debian testing mi trovo, volendo usare firefox sempre aggiornato, a dover attivare i repo di unstable, installare firefox da lì per poi disattivare i repo suddetti. Non sarebbe meglio configurare apt con il pinning oppure installare firefox dal pacchetto tar.bz2 della mozilla nella home o in usr/lib facendo gestire gli update allo stesso browser?
Ancora: necessitando di alcuni pacchetti di deb-multimedia, non sarebbe più comodo attivare il pinning per prendere solo quel pacchetto (acroread) invece di altri (vlc, k3b)?
Quali sono i pro e i contro del pinning rispetto agli altri metodi di installazione come l'estrazione manuale del pacchetto?
Grazie
capocla
Sr. Member
Sr. Member
 
Messaggi: 345
Iscritto il: 14/06/2008, 19:23

Re: Differenze tra metodi di installazione: pro e contro

Messaggioda HAL 9000 » 02/09/2019, 12:25

L'uso di APT (apt, aptitude, synaptic, ecc...) ha il vantaggio dell'aggiornamento automatico. Se usi repository ufficiali questi sono più sicuri, ma è sconsigliabile mescolare diverse release, specialmente per programmi con molte dipendenze.
È la forma consigliata ogni volta che è possibile, anche avvalendosi dei backports se occorre.

Se aggiungi repository esterni li devi rimuovere a ogni avanzamento di versione di Debian, se vuoi evitare conflitti, se necessario anche rimuovendo i pacchetti installati. E la sicurezza non è garantita dal team ufficiale, ma da chi li ha resi disponibili.
Il pinning è solo l'impostazione di priorità diverse per i repository o i pacchetti.
È preferibile che fare senza APT in base alla frequenza degli aggiornamenti.

Per l'installazione manuale (senza APT) devi occuparti tu dell'aggiornamento. Utilizzare firefox o altro browser, l'applicazione più importante in un ambiente desktop, come utente normale significa non avvalersi della sicurezza del sistema.
Personalmente consiglierei l'installazione in /opt come utente e gruppo root, ripetendo l'installazione a ogni aggiornamento, se vuoi fare senza APT.
Ricordarsi di modificare il primo messaggio della discussione per aggiungere [RISOLTO] prima del titolo, quando conclusa.

Wiki: APT e Repository, Comandi utili, Collabora.
Manuali di Debian 10 "buster" (PC): installazione, aggiornamento da versione 9.
Avatar utente
HAL 9000
wiki member
wiki member
 
Messaggi: 1513
Iscritto il: 10/08/2009, 10:01

Re: Differenze tra metodi di installazione: pro e contro

Messaggioda capocla » 05/09/2019, 15:27

In pratica mi stai consigliando di installare firefox tramite il pacchetto tar.gz (e magari anche thunderbird) poiché, a differenza degli altri browser (chrome, opera, vivaldi) non ha un repository proprio ed in questo modo riceverebbe tutti gli aggiornamenti in "tempo reale".
capocla
Sr. Member
Sr. Member
 
Messaggi: 345
Iscritto il: 14/06/2008, 19:23

Re: Differenze tra metodi di installazione: pro e contro

Messaggioda HAL 9000 » 05/09/2019, 19:57

Sì, ma personalmente consiglio di installarlo come root in /opt. Non mi piace l'idea di avere l'applicazione più usata in ambito desktop modificabile da ogni altro eseguibile avviato dallo stesso utente.
Ricordarsi di modificare il primo messaggio della discussione per aggiungere [RISOLTO] prima del titolo, quando conclusa.

Wiki: APT e Repository, Comandi utili, Collabora.
Manuali di Debian 10 "buster" (PC): installazione, aggiornamento da versione 9.
Avatar utente
HAL 9000
wiki member
wiki member
 
Messaggi: 1513
Iscritto il: 10/08/2009, 10:01

Re: Differenze tra metodi di installazione: pro e contro

Messaggioda s3v » 06/09/2019, 15:31

Io ti consiglio di utilizzare il pinning da Sid. Eviti potenziali problemi di incompatibilità ed hai supporto completo dagli sviluppatori Debian.
Inoltre, per applicazioni così diffuse e utilizzate, la versione in Sid è praticamente uguale a quella upstream con il vantaggio di essere stata testata su Debian e con le librerie ivi contenute.
Sul nostro Wiki c'è una guida: http://guide.debianizzati.org/index.php ... on_testing
in particolare "Pinning per un singolo pacchetto" che è valida per Stable/Testing ma le sue istruzioni possono essere adattate facilmente per Testing/Sid.
Avatar utente
s3v
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 5744
Iscritto il: 31/12/2008, 11:54


Torna a Apt-get and friends

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti