Linux, se non ci fosse bisognerebbe inventarlo... o no?!?

Quando la scelta di un programma, di un sistema operativo non è solo legata alla preferenza o al budget...
La filosofia che sta dietro a Linux

Se non ci fosse stato Linux, che cosa avreste fatto del vostro PC?

Avrei continuato ad usare Windows
20
53%
Sarei passato al Mac
6
16%
Avrei usato un qualunque *nix
8
21%
Avrei usato qualsiasi cosa avessi trovato, purché non da Redmond
3
8%
Avrei smesso di usare il PC
1
3%
 
Voti totali : 38

Re: Linux, se non ci fosse bisognerebbe inventarlo... o no?!?

Messaggioda skizzo_85 » 28/01/2009, 15:08

Ricordo che una volta provai ad installare WinXP ad un mio amico che aveva formattato. Quel boccalone di suo padre aveva comprato il cd originale... All'attivazione on-line il sito della M$ disse che eravamo in possesso di una copia falsificata... Dovette telefonare all'assistenza, riconsegnare il cd e fare non so cos'altro per riuscire a riottenere un nuovo codice valido...

Evviva lo zio Bill!!!

P.S.: Windows Vista se lasci gli aggiornamenti in automatico dopo qualche mese si accorge che la licenza non è valida e non ti fa' partire più nulla, manco la modalità provvisoria... In pratica non puoi manco più traferire file di backup per poi formattare senza aiuti esterni!!!
Domani sarà peggio di oggi, e ieri non era proprio meglio... E più o meno sta tutta qui la mia filosofia di vita.
Avatar utente
skizzo_85
Sr. Member
Sr. Member
 
Messaggi: 419
Iscritto il: 20/09/2008, 14:43
Località: Roma

Re: Linux, se non ci fosse bisognerebbe inventarlo... o no?!?

Messaggioda wakko_kid » 28/01/2009, 18:22

HomerCube ha scritto: Non mi va affatto di far sapere a qualcuno come e con cosa lavoro, nemmeno se sono nella piena legalità (ed io come chiunque posso avere ottimi motivi nel farlo), e non ne vedo nemmeno la necessità,


Teoricamente, da quello che ricordo, attivando la copia non fai sapere a nessuno che cosa usi *tu* ma solo che hardware monta il pc su ci stai attivando la copia. Questo perchè, analizzando che tipo di hardware hai, non ti permette di re-installarlo poi su un hardware differente, perchè vorrebbe dire che hai due copie.
Sempre teoricamente, questa non dovrebbe essere un'invasione della privacy, in quanto (se ci fidiamo della microsoft che le informazioni che invia sono quelle dichiarate  :-\ )  non è possibile risalire a chi ha attivato quella determinata copia di windows.

Il problema è che se io butto il pc dalla finestra e reinstallo lo stesso winxp su un'altra macchina devo ripetere l'attivazione, come al solito in questo caso sono gli utenti onesti penalizzati dal meccanismo...

I casi come quelli citati da skizzo_85, di copie originali che on funzionano se ne sono sentite, ma sono errori isolati, credo

HomerCube ha scritto:prova ne è il fatto che Linux non necessita di tali meccanismi, sicché con esso ho entrambe le cose (legalità ed usabilità).

Beh, sul fatto che Linux sia meglio, siamo d'accordo tutti, qui dentro  :D
Senti, Goldy, io mi sono fatto per lo meno quattro campagne elettorali, ma questa è la fesseria più grossa che abbia mai sentito.
Avatar utente
wakko_kid
Sr. Member
Sr. Member
 
Messaggi: 310
Iscritto il: 20/08/2007, 21:02

Re: Linux, se non ci fosse bisognerebbe inventarlo... o no?!?

Messaggioda NaVaJo » 28/01/2009, 19:42

skizzo_85 ha scritto:Ricordo che una volta provai ad installare WinXP ad un mio amico che aveva formattato. Quel boccalone di suo padre aveva comprato il cd originale... All'attivazione on-line il sito della M$ disse che eravamo in possesso di una copia falsificata... Dovette telefonare all'assistenza, riconsegnare il cd e fare non so cos'altro per riuscire a riottenere un nuovo codice valido...

Evviva lo zio Bill!!!

P.S.: Windows Vista se lasci gli aggiornamenti in automatico dopo qualche mese si accorge che la licenza non è valida e non ti fa' partire più nulla, manco la modalità provvisoria... In pratica non puoi manco più traferire file di backup per poi formattare senza aiuti esterni!!!


Boccalone perchè?.. perchè ha comprato una licenza windows o perchè non ha usato una versione pirata ?
Io per esempio non uso linux perchè è gratis, anzi alla fine fra piccoli contributi, ed acquisti sullo slacky store, ho speso quasi di più che di licenze microsoft. Nel primo caso, mi dispiace di non poter aver dato di più, nel secondo caso, ho solo la sensazione di aver buttato i soldi.
Per quanto rigurada vista, fa bene a  bloccare il sitema. Anzi io prenderei anche gli IP e farei denunce a tutto spiano.
Ogni azienda ha il diritto di difendere i propi interessi. Poi se non ti piace il prodotto, cambi, o non lo acquisti, ma io personalmente non amo il vezzo quasi tutto italiano di dover piratare tutto. Anche se devo dire, che fino a poco tempo fa, la cosa faceva comodo anche a zio BIll.
Per quanto rigurada il sitema operativo, quando acquistai un pentium di prima generazione, Vobis mi diete anche il sistema operativo OS2
messo subito in dual boot.
Per il discorso di win xp, devo dire che è sicuramente il miglior sistema operativo di casa Microsoft, ma vi assicuro che se messo sotto stress, anche con il service pack 3 ogni tanto mostra le sue famose finestre blu...
Per il sondaggio, non saprei, se non fosse esistito linux, avrei usato un altro sitema operativo, non certo qualcosa che mi si è riempito di virus facendo l upgrade di sicurezza su un server della propia casa, che doveva rendere il mio pc più sicuro..
un ultima cosa, dal post sembra che tu usi linux solo perchè non ha codici da inserire ed è gratis.
Questo lo reputo un pochino riduttivo verso il nostro amato sistema operativo preferito.
:biggrin:
Immagine
Avatar utente
NaVaJo
Full Member
Full Member
 
Messaggi: 113
Iscritto il: 24/09/2005, 13:51
Località: Roma

Re: Linux, se non ci fosse bisognerebbe inventarlo... o no?!?

Messaggioda HomerCube » 28/01/2009, 20:12

wakko_kid ha scritto:Sempre teoricamente, questa non dovrebbe essere un'invasione della privacy, in quanto (se ci fidiamo della microsoft che le informazioni che invia sono quelle dichiarate  :-\ )  non è possibile risalire a chi ha attivato quella determinata copia di windows.


Ecco, mi dispiace che tu ne rammenti solo quest'aspetto, perché durante il ciclo di vita di XP in più occasioni emerse come Microsoft si faceva trasmettere dalle postazioni registrate informazioni che nulla avevano a che vedere con le garanzie sulla propria licenza, in special modo la presenza di software concorrenti. La Rete è zeppa di citazioni di questa cosa. Microsoft ammise sempre la propria colpa, ma cercando di giustificare tale condotta con scuse sempre più inverosimili (tipo: "sapere cosa usano i nostri utenti ci aiuta a migliorare il nostro servizio verso di loro"; sì, come no...).

Ma se anche per assurdo fosse come dici, quale utente "zelante" di XP avrebbe osato dichiarare il falso nel compilare i campi della propria licenza legale, sapendo che Microsoft avrebbe potuto far valere tale discrepanza nel rifiutare assistenza per qualsiasi problema? In qualsiasi momento, Microsoft avrebbe potuto spedire via Internet un "accidentale" segnale di blocco delle licenze, scusandosene poi e sostenendo che sarebbe bastato ricontattarli per poterle riabilitare (naturalmente, previa verifica dei dati personali).

Comunque tu la pensi, però, io non voglio trasformare questo topic in una invettiva contro Microsoft. Io la mia scelta l'ho fatta; ho piacere quando apprendo che altri la fanno quanto me, ma non provo disprezzo o compassione per chi resta fedele a quel modello di business. Nel nostro piccolo, ognuno di noi "debianizzati" diffonde anche un certo messaggio, ma non si può condannare chi non vuole starlo a sentire: è una loro libera scelta, tanto quanto lo è stata la nostra.
HomerCube
 

Re: Linux, se non ci fosse bisognerebbe inventarlo... o no?!?

Messaggioda skizzo_85 » 29/01/2009, 0:02

Beh... la boccalonità (o boccalonaggine che dir si voglia) del suddetto individuo deriva dal fatto di essere riuscito a farsi fregare (quindi è uno status retroattivo, non una condicio sine qua non) nonostante ci sia il (mal)costume di vendere i PC (sopratutto fissi) con già montato Windows... ovviamente senza farti pagare la licenza giacchè trattasi di copia piratata dal venditore della macchina stessa... Cioè se chi vende compie il misfatto al posto mio e manco me lo fa' pagare nel prezzo perché questo atto di onestà? Obblighi di Coscienza? Voja de butta' li sordi? Il solito discorso: "ma se lo fanno tutti non vuol dire che sia giusto quindi se lo faccio solo io vuol dire che non è sbagliato!"? La verità è che era semplicemente un paranoico forsennato (di quelli che hanno come pagina iniziale il blog di beppe grillo per intenderci...), ma questo credo proprio che sia leggerissimevolmente fuori tema (d'altronde immagino già chi mi taccerà di flame e trolleraggio...).

Certo che ogni azienda ha il diritto di difendere i propri interessi... guarda caso stiamo parlando di quella che ha inanellato una caterva di multe per concorrezza scorretta, abuso di posizione dominante e quant'altro... Vabbo' ma qua è un po' come sparare sulla croce rossa...

P.S.: continuo ad usare winxp abbastanza performante (in alcune parti, ahimè, più del pinguino...) per i giochi e per certi programmi che non sono ancora ben implementati in linux (o che ancora non ho capito bene come usare...).
Tuttavia uso questo sistema operativo perché è meglio, perché è migliore e perché è più buono (s'è capito il concetto?) di windows. Magari quando mi girerà adotterò OpenBSD e vedrò quale sistema mi garba maggiormente... Inoltre mi permette di avere quel contatto umano con la parte più HARD(ware) del computer, che è un po' una peculiarità dei nerd (mi sa che mi sto inimicando un po' tutti qua...), e che sinceramente a me interessa molto perché sono sempre portato a capire perché una cosa succede, quale è la causa prima e se ci si può interagire (in modo, si spera, reciprocamente positivo).

Detto questo, PEACE!!! Se qualche persona, cosa o animale si sente offeso dal mio intervento, sappiate che ogni riferimento è puramente CAUSALE.

Ciao
Ultima modifica di skizzo_85 il 29/01/2009, 8:35, modificato 1 volta in totale.
Domani sarà peggio di oggi, e ieri non era proprio meglio... E più o meno sta tutta qui la mia filosofia di vita.
Avatar utente
skizzo_85
Sr. Member
Sr. Member
 
Messaggi: 419
Iscritto il: 20/09/2008, 14:43
Località: Roma

Re: Linux, se non ci fosse bisognerebbe inventarlo... o no?!?

Messaggioda marbel » 29/01/2009, 8:15

@skizzo_85: alcune tue affermazioni non sono adatte ad essere inserite nelle discussioni di questo forum. in questo forum non interessa a nessuno sapere se ti comporti legalmente o illegalmente rispetto al software proprietario o come lo utilizzi. quindi, quando posti, per favore attieniti a quello che è il buon senso, necessario per stare in questa comunità. grazie!
marbel
 

Re: Linux, se non ci fosse bisognerebbe inventarlo... o no?!?

Messaggioda skizzo_85 » 29/01/2009, 8:45

Tolta la parte in questione... scusate le divagazioni criminose...
Domani sarà peggio di oggi, e ieri non era proprio meglio... E più o meno sta tutta qui la mia filosofia di vita.
Avatar utente
skizzo_85
Sr. Member
Sr. Member
 
Messaggi: 419
Iscritto il: 20/09/2008, 14:43
Località: Roma

Re: Linux, se non ci fosse bisognerebbe inventarlo... o no?!?

Messaggioda chris70 » 29/01/2009, 11:04

Se vogliamo, boccalone è stato chiunque abbia usato un sistema windows, piratato o no, e al mondo si salvano in pochi; micro$oft per lunghi anni ha tollerato e addirittura incoraggiato la pirateria software, allo scopo di conquistare la posizione di quasi totale monopolio di cui oggi gode; posizione che una volta raggiunta ha difeso e difende con metodi che possono essere definiti criminali (i famosi Halloween documents, FUD, embrace extend extinguish, inquinamento di standards e protocolli e via discorrendo).

Metodi che nell'era della digitalizzazione, dell'informatica che entra in ogni tipo di macchina e dispositivo, non possono essere accettati né tollerati.

Per chiudere questo parziale OT, F/OSS non è solo software, non è solo filosofia spicciola, è un modello di sviluppo sostenibile, e sono felice di essermi imbattuto in GNU/Linux, perchè è stato questo incontro a sensibilizzarmi su questi temi, e che mi permette -oggi- di farlo con amici e conoscenti; o almeno provarci.


edit: a proposito dei meccanismi di verifica micro$oft, mentre girovagavo alla ricerca di tutt'altre cose mi sono imbattuto casualmente in questo: http://softcombn.com/wpblog/?p=256
eh, già, cos'e' pazz...  :cool:
Ultima modifica di chris70 il 29/01/2009, 14:30, modificato 1 volta in totale.
Are we supposed to be or not to be?
Avatar utente
chris70
Sr. Member
Sr. Member
 
Messaggi: 334
Iscritto il: 30/10/2007, 14:08

Re: Linux, se non ci fosse bisognerebbe inventarlo... o no?!?

Messaggioda wakko_kid » 29/01/2009, 11:15

HomerCube ha scritto:Ecco, mi dispiace che tu ne rammenti solo quest'aspetto, perché durante il ciclo di vita di XP in più occasioni emerse come Microsoft si faceva trasmettere dalle postazioni registrate informazioni che nulla avevano a che vedere con le garanzie sulla propria licenza, in special modo la presenza di software concorrenti. La Rete è zeppa di citazioni di questa cosa. Microsoft ammise sempre la propria colpa, ma cercando di giustificare tale condotta con scuse sempre più inverosimili (tipo: "sapere cosa usano i nostri utenti ci aiuta a migliorare il nostro servizio verso di loro"; sì, come no...).

Ma se anche per assurdo fosse come dici, quale utente "zelante" di XP avrebbe osato dichiarare il falso nel compilare i campi della propria licenza legale, sapendo che Microsoft avrebbe potuto far valere tale discrepanza nel rifiutare assistenza per qualsiasi problema? In qualsiasi momento, Microsoft avrebbe potuto spedire via Internet un "accidentale" segnale di blocco delle licenze, scusandosene poi e sostenendo che sarebbe bastato ricontattarli per poterle riabilitare (naturalmente, previa verifica dei dati personali).

Comunque tu la pensi, però, io non voglio trasformare questo topic in una invettiva contro Microsoft. Io la mia scelta l'ho fatta; ho piacere quando apprendo che altri la fanno quanto me, ma non provo disprezzo o compassione per chi resta fedele a quel modello di business. Nel nostro piccolo, ognuno di noi "debianizzati" diffonde anche un certo messaggio, ma non si può condannare chi non vuole starlo a sentire: è una loro libera scelta, tanto quanto lo è stata la nostra.


Ma io in linea di principio sono perfettamente d'accordo con te.
Lasciando perdere Microsoft in generale, mi domando ad esempio come sia possibile che la pubblica amministrazione, ma anche enti come esercito e simili, si affidino a software closed-source. In certi campi non è ammissibile fidarsi di un singolo ente!
E la teorica possibilità di controllare il codice (perchè in realtà non lo ho mai fatto e mai ne avrei la capacità) è uno dei motivi che mi ha spinto a Linux (il principale è poter restare nella legalità senza svenarmi almeno per quanto riguarda il software e poi un sacco di altre considerazioni di natura anche "filosofica").
Dico solo (poi smetto sennò sembra che sia l'avvocato di Microsoft e me ne vergogno  :'( inoltre sono palesemente OT) che, secondo me, se si attenessero (com'è il condizionale presente di attenersi?) a quello che dichiarano i vantaggi tecnici di WinXP mi fanno dire che è preferibile al 2000, sebbene la licenza sia più antipatica (la mia umile opinione); ovviamente a entrambi è preferibile Linux, ma la domanda non era "se Linux non esistesse..."?
D'altronde tanti si preoccupano della loro privacy e poi usano MsnMessenger, il cui traffico passa *tutto*per i server Microsoft (me compreso) oppure si iscrivono a Facebook (il vero Grande Fratello odierno, secondo me il peggio pattume di internet).
Senti, Goldy, io mi sono fatto per lo meno quattro campagne elettorali, ma questa è la fesseria più grossa che abbia mai sentito.
Avatar utente
wakko_kid
Sr. Member
Sr. Member
 
Messaggi: 310
Iscritto il: 20/08/2007, 21:02

Re: Linux, se non ci fosse bisognerebbe inventarlo... o no?!?

Messaggioda borlongioffei » 29/01/2009, 12:04

Chissà cosa avrei utilizzato... L'incontro con  GNU/Linux  ha rivoluzionato la mia vita (informatica) tanto che adesso non ne posso fare a meno e soffro (mi trovo spiazzato) quando sono costretto ad usare altri sistemi operativi. Windows non è mai stato per me. Sono uno che ha trascinato una installazione di win95 per ben 6 anni e probabilmente a suo tempo ha anche pagato un "tecnico" perché gli togliesse dei virus dal computer... ero giovane!!  Il computer era una cosa aliena e dentro ci potevano essere anche i topolini che giravano le ruote per quanto mi riguardava. La sua funzionalità era limitata ad una macchina da scrivere con cui si poteva navigare in internet e avviare 1/3 dei giochini che vedevano in edicola.

Se Linux non fosse esistito? Probabilmente La mancanza di un kernel da inserire nel sistema GNU avrebbe incitato il completamento di HURD. Come a suo tempo feci la scelta verso GNU/Linux, in un mondo parallelo senza Linux avrei scelto GNU/HURD o GNU/*BSD, chissà.
Ma in un mondo sena GNU? Probabilmente avrei scoperto comunque qualche *nix a pagamento, MacOS compreso, ma di sicuro sarei fuggito da quella cosa che rendeva il mio computer performante come una macchina da scrivere. Quindi "Avrei usato qualsiasi cosa avessi trovato, purché non da Redmond" per cui prodotti ho sviluppato nel tempo profondo odio e soggezione.
Avatar utente
borlongioffei
Hero Member
Hero Member
 
Messaggi: 744
Iscritto il: 03/03/2008, 15:54
Località: firenze

Precedente

Torna a Non solo programmi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite