Why free software shouldn't depend on Mono or C#

Quando la scelta di un programma, di un sistema operativo non è solo legata alla preferenza o al budget...
La filosofia che sta dietro a Linux

Re: Why free software shouldn't depend on Mono or C#

Messaggioda ferdybassi » 30/06/2009, 19:48

tindal ha scritto:a questo punto, devo dire che sono perfettamente d'accordo con Stallman (a parte sul fraintendimento della "default installation")

Anche io. Mono e Tomboy lasciamoli a chi li vuole.
Per completezza sottolineo che il problema riguarda anche F-spot, che è un ottimo programma per la gestione di archivi digitali di foto. Anche lui è sviluppato con Mono, anche se mi sembra che non faccia parte di nessun meta-pacchetto di Gnome.

Domanda: esiste un posto, un board, un qualcosa dove chi usa Debian possa votare se vuole o meno una cosa del genere?

Ciao ciao
Immagine  Immagine
Avatar utente
ferdybassi
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 3285
Iscritto il: 28/12/2006, 4:22
Località: S. Angelo Lodigiano (LO)

Re: Why free software shouldn't depend on Mono or C#

Messaggioda pmate » 30/06/2009, 21:57

tindal,
concordo con l'analisi che fai della discussione in oggetto. Evidentemente Stallmann ha frainteso, ma non era riferito a questo il mio post.

tindal ha scritto:per cominciare, pmate, ma non mi sembra che tu abbia interpretato correttamente la spiegazione di Tolimar

perchè?
Metto dentro la citazione di Tolimar in cui si parla del metapacchetto, di tomboy e di mono.
Poi:
Sembrerebbe quindi che mono verrebbe tirato dentro solo nel caso in cui si decida di installare tutto gnome, a causa di una dipendenza di tomboy...

e mi interrogo sulla reale necessità di tirar dentro mono e relativi accrocchi.
Guardo, insomma, un "terzo" lato della vicenda.
Tra l'altro, nel mio post precedente:
Perchè "incanalare" le linee di sviluppo future (fatalmente) in una direzione potenzialmente dannosa e irta di insidie cavillo-legali?

che è quello che sostiene Stallmann.
Fermo restando che anch'io, come te, avevo inizialmente commentato una notizia letta in modo superficiale (aka default install), non capisco dove sia il fraintendimento delle parole di Tolimar.
Ciao
Unix E' user friendly... E' solo selettivo su chi può essergli amico... (Tollef Fog Heen)

Immagine
Avatar utente
pmate
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 3574
Iscritto il: 11/12/2007, 23:41

Re: Why free software shouldn't depend on Mono or C#

Messaggioda tindal » 30/06/2009, 22:35

beh, rileggendo con attenzione, direi che più che di mala interpretazione dovrei parlare di faziosità  :biggrin:

Tolimar dice che dal momento che Tomboy fa parte di Gnome, il metapacchetto che installa "tutto Gnome" installa anche Tomboy: nulla dice su perchè uno dovrebbe tirarsi dentro tutto Mono solo per avere Tomboy, e sicuramente non insinua una specie di complotto  :eek:

onestamente, penso che se a uno piace Tomboy e se ne frega delle questioni legali del C#, non si cruccia nemmeno ad installare Mono: i dischi sono sempre più capienti, e la gente è abituata a certe assurdità... (come il fatto che aggiungere un utente su Vista occupa 2GB... :rolleyes:)

ciao
tindal
Se ci sono molti modi diversi per fare una certa cosa, ed uno di questi ha conseguenze disastrose, di sicuro qualcuno la farà in quel modo.
tindal
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 3117
Iscritto il: 17/10/2005, 15:25

Re: Why free software shouldn't depend on Mono or C#

Messaggioda pmate » 01/07/2009, 7:55

tindal ha scritto:beh, rileggendo con attenzione, direi che più che di mala interpretazione dovrei parlare di faziosità  :biggrin:

ah beh, questo è poco ma sicuro!  :biggrin:
Sono fazioso per tutti quegli argomenti che implichino una "commistione" di qualche tipo con microsoft e pastoie legali. E questo non perchè divida il mondo tra "il bene" e "il male", ma perchè (non posso farci niente) certi maneggi mi danno epidermicamente fastidio. E non parlo di free software vs software proprietario. Parlo di un certo tipo di "aggiramento" nei confronti dell'utilizzatore finale.

...sicuramente non insinua una specie di complotto

Per l'amor del cielo, nessuno parla di complotti, ma soltanto di scelte poco comprensibili per un profano in materia di sviluppo e di rilasci come me.

Per il resto, so bene che ognuno di noi "vive" l'approccio con il pc come meglio crede, ma l'aumentata capienza dei dischi non può e non deve essere argomento di valutazione in sede di discussione da parte del team di sviluppatori e di mantainer di una distribuzione come GNU/Linux Debian.
Poi l'utente faccia quello che meglio crede (dall'abilitare solo "main" nei repository all'utilizzo smodato di wine, etc.).
Gli sviluppatori no. Loro hanno responsabilità morali anche "in prospettiva". Sono loro che devono indirizzare le scelte. Sono loro che devono rendere le varie evoluzioni più aderenti possibile allo spirito della distribuzione che sviluppano/mantengono.
Ripeto, perchè rischiare di ritrovarsi un grosso casino legale con brevetti e licenze? Per avere tomboy nella installazione full di gnome?
Andiamo, si scelga una tra le mille alternative possibili. Se proprio si desidera tomboy lo si installa come si fa con tanti altri pacchetti.
Perchè prestare il fianco? E' così necessario?
Ciao
Unix E' user friendly... E' solo selettivo su chi può essergli amico... (Tollef Fog Heen)

Immagine
Avatar utente
pmate
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 3574
Iscritto il: 11/12/2007, 23:41

Re: Why free software shouldn't depend on Mono or C#

Messaggioda tindal » 01/07/2009, 9:38

pmate ha scritto:l'aumentata capienza dei dischi non può e non deve essere argomento di valutazione in sede di discussione da parte del team di sviluppatori e di mantainer di una distribuzione come GNU/Linux Debian.


guarda che Debian non funziona così: se un pacchetto entra o esce dal cd di installazione viene stabilito in base alle statistiche di utilizzo (apt-cache show popularity-contest), non vengono fatte scelte politiche, almeno non a questo punto dell'iter di un pacchetto

voglio dire, se un pacchetto rispetta le DFSG (Debian Free Software Guidelines) può entrare in "main", e da quel momento in poi è trattato come un altro pacchetto, in base alle statistiche di utilizzo (peraltro, il pacchetto "gnome", che installa anche Tomboy, non è particolarmente utilizzato, ma è ovvio che sia nel cd di installazione basato su Gnome)

personalmente, mi sento più d'accordo con te, e questo forum ne è la prova: vengono fatte delle scelte precise e ci si mantiene coerenti con queste scelte, al costo di non trovarsi d'accordo con una fetta di (potenziali?) utenti

lo statuto di Debian fornisce agli utenti un più alto potere decisionale, esercitato in base alle statistiche di cui sopra: diciamo che Debian ha una gestione più democratica, con tutti i pro e i contro :)

ciao
tindal
Se ci sono molti modi diversi per fare una certa cosa, ed uno di questi ha conseguenze disastrose, di sicuro qualcuno la farà in quel modo.
tindal
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 3117
Iscritto il: 17/10/2005, 15:25

Re: Why free software shouldn't depend on Mono or C#

Messaggioda pmate » 01/07/2009, 10:24

tindal ha scritto:guarda che Debian non funziona così...

No, certo. Era solo un paradosso il mio.
Dal botta e risposta tra chi ha introdotto la dipendenza famosa e chi l'ha contestata, avevo capito che la decisione era stata di un solo developer (o per lo meno di pochi).
Insomma, con i debiti distinguo, un pò come successe all'epoca del pastrocchio delle chiavi crittografiche: uno sviluppatore ritiene di avere avuto un'idea brillante, applica la modifica e combina il patatrack...

Alla fine, hai perfettamente ragione, lo svilupparsi di una "discussione" simile è un indicatore notevole di quanto il concetto di "comunità" Debian sia sentito al suo interno.
E anche tra i debianizzati credo che questo sia un aspetto che coinvolge un pò tutti, vecchi lupi e novizi.
Soprattutto per questo (pardon se riprendo il discorso), l'abbandono di marbel mi dispiace sempre di più: è un bene che in una comunità di persone, ci siano voci differenti, ci sia il confronto, ci sia il coraggio di portare avanti ciò in cui si crede, mettendo a disposizione di tutti conoscenze e principi.
L'help desk lo pago, qui invece voglio sentirmi a mio agio e questo mi succede solo quando mi sento di dire come la penso in totale libertà e solo quando mi sento parte di un ambiente in cui il confronto di idee diverse diventa costruttivo.

Per finire in bellezza: confermo il mio "no" a mono, tomboy, etc.!  :biggrin:

Ciao
Unix E' user friendly... E' solo selettivo su chi può essergli amico... (Tollef Fog Heen)

Immagine
Avatar utente
pmate
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 3574
Iscritto il: 11/12/2007, 23:41

Re: Why free software shouldn't depend on Mono or C#

Messaggioda xtow » 08/07/2009, 7:29

La discussione attorno a MONO è bella che attiva, di stamani un'articolo su Punto Informatico che chiarisce molte cose
http://punto-informatico.it/2664363/PI/News/microsoft-non-fara-guerra-linux.aspx
Avatar utente
xtow
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 3115
Iscritto il: 22/08/2005, 11:29
Località: gaia

Precedente

Torna a Non solo programmi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti