O.S.P.A. - Open Source nella Pubblica Amministrazione

Notizie ed iniziative relative a Debian e al Software Libero

Re: O.S.P.A. - Open Source nella Pubblica Amministrazione

Messaggioda marcomg » 19/08/2014, 12:36

Leggendo dico solo: ???
Windows is what you open when you want fresh air from outside.
Avatar utente
marcomg
Hero Member
Hero Member
 
Messaggi: 5562
Iscritto il: 22/08/2011, 18:54

Re: O.S.P.A. - Open Source nella Pubblica Amministrazione

Messaggioda Spoon » 20/08/2014, 15:13

A me ha molto colpito la dichiarazione del vicesindaco della città:
Josef Schmid ha scritto:Quando il mondo intero sta lavorando con un programma standard, allora è importante utilizzare lo stesso sistema

Io lo considero un errore ideologico madornale, a prescindere dal fatto che si stia parlando di sistemi operativi. Non è detto che il comportamento della maggioranza sia il comportamento corretto.

Parlando invece più strettamente di software libero, mi viene da dire che nonostante l'idea dell'amministrazione tedesca fosse lodevole e virtuosa, era pur sempre dettata da logiche economiche, non ideologiche. Da questo punto di vista tornare indietro è sempre permesso, perchè (coerentemente) si valutano le stesse logiche di risparmio, e quando la scelta closed è meno costosa di quella open è naturale aspettarsi ciò.

Se l'adozione di un sistema basato su Linux fosse stato dettato da motivi etico-ideologici allora probabilmente non ci sarebbe il dubbio se (ri)passare al lato oscuro. In questo mi sembrano più vicini all'etica dell'open-source piuttosto che a quella del free software. Comprensibile, dal momento che devono far quadrare i conti pubblici.
Spoon
wiki member
wiki member
 
Messaggi: 333
Iscritto il: 23/11/2013, 14:37

Re: O.S.P.A. - Open Source nella Pubblica Amministrazione

Messaggioda HAL 9000 » 20/08/2014, 16:34

Purtroppo il problema più grande è che non si tratta mai di "passare" a un altro sistema, ma di far convivere il sistema con quello precedente e tutto il software precedentemente utilizzato. Il che può comportare un costo più alto rispetto a tenerne uno solo, specialmente se i nuovi applicativi devono funzionare su entrambi i sistemi e non si ha un piano di migrazione (quasi totale) ben definito.

Sarebbe già qualcosa se si iniziasse prima a fare il passaggio degli applicativi con quelli multipiattaforma, e poi gradualmente eliminare i sistemi chiusi, lasciandoli solo per quelle postazioni che utilizzano software di cui non esistono alternative open source ritenute adeguate, anche solo per la compatibilità con quanto già realizzato.

Comunque non sono solo ombre, per incompleta che sia la lista, e pensavo che la situazione fosse peggiore: http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_Linux_adopters

E ancora meglio qui: http://wiki.fsfe.org/Free_Software_usag ... nistration
(nella sezione Italia si leggono più buone intenzioni che risultati concreti, ma va beh...)
Ricordarsi di modificare il primo messaggio della discussione per aggiungere [RISOLTO] prima del titolo, quando conclusa.

Wiki: APT e Repository, Comandi utili, Collabora.
Manuali di Debian 9 "Stretch" (amd64): installazione, aggiornamento da Debian 8.
Avatar utente
HAL 9000
wiki member
wiki member
 
Messaggi: 1483
Iscritto il: 10/08/2009, 10:01

Re: O.S.P.A. - Open Source nella Pubblica Amministrazione

Messaggioda desperados » 21/08/2014, 15:11

pigro ha scritto:Un amico mi segnalava http://windows.hdblog.it/2014/08/19/win ... -germania/
Potrebbe essere utile da prendere come esempio da analizzare per evitare medesime problematiche o altro.


http://www.opensipa.it/notizie/errata-c ... su-windows

per la mia esperienza molti applicativi della P.A. sono fatti con poca cura, è già un miracolo che funzionino sotto windows (e magari solo con IE), tanto che il passaggio da XP a 7 (8 per i più temerari) non sarà forse poi così indolore (personalmente, ho già un paio di macchine virtuali con XP perché su 7 certi sw non girano....).

eppure, basterebbe farli browser-based rispettando gli standard html, sarebbero automaticamente multi-piattaforma e facilmente aggiornabili
desperados
Hero Member
Hero Member
 
Messaggi: 776
Iscritto il: 22/02/2008, 8:55

Re: O.S.P.A. - Open Source nella Pubblica Amministrazione

Messaggioda marcomg » 21/08/2014, 15:29

Già, ma il problema è che gli appalti vanno a nipoti dei cugini dei fratelli dell'amico a cui è dovuto un favore al politico di turno ed ecco che i programmi sono fatti da programmatroti.
Windows is what you open when you want fresh air from outside.
Avatar utente
marcomg
Hero Member
Hero Member
 
Messaggi: 5562
Iscritto il: 22/08/2011, 18:54

Re: O.S.P.A. - Open Source nella Pubblica Amministrazione

Messaggioda pigro » 22/08/2014, 11:33

marcomg ha scritto:Leggendo dico solo: ???

Si è un po vago a dire il vero :-[


Altro articolo passatomi da un mio amico che riporto a corredo del thread

http:///www.keinpfusch.net/2014/08/l-open-source-nella-pa-scontro-di.html
L'egoismo non consiste nel vivere come ci pare ma nell'esigere che gli altri vivano come pare a noi. (Oscar Wilde)
Avatar utente
pigro
Newbie
Newbie
 
Messaggi: 19
Iscritto il: 11/09/2013, 9:23

Re: O.S.P.A. - Open Source nella Pubblica Amministrazione

Messaggioda Juva » 22/08/2014, 12:14

pigro ha scritto:Altro articolo passatomi da un mio amico che riporto a corredo del thread

Ma hai controllato il link del tuo amico?
Non credo che in questo forum il porno sia tollerato.
Guarda di cosa si ciba chi vorrebbe nutrire gli altri.
Juva
Full Member
Full Member
 
Messaggi: 193
Iscritto il: 19/07/2010, 12:50

Re: O.S.P.A. - Open Source nella Pubblica Amministrazione

Messaggioda marcomg » 22/08/2014, 12:24

@pigro: credo il multitasking non faccia al caso tuo, o forse dovresti cambiare amico ;D
EDIT: in realtà non ho ben capito cosa sia successo. Alla quarta volta che ho aperto il link consecutivamente (stavo vedendo dove saltasse fuori il redirict) è sparito.
EDIT2: ora è ricomparso. Fa il redirict a random.
Windows is what you open when you want fresh air from outside.
Avatar utente
marcomg
Hero Member
Hero Member
 
Messaggi: 5562
Iscritto il: 22/08/2011, 18:54

Re: O.S.P.A. - Open Source nella Pubblica Amministrazione

Messaggioda pigro » 22/08/2014, 12:53

Ma io lo visualizzo correttamente :-\

Edit: adesso fa il redirect anche a me... non so che dirvi.. mi dispiace... ma vedo che lo fa solo quell'articolo.
Stavo leggendo un'altro articolo sullo stesso blog e vedo correttamente il sito. Provo attivando noscript su firefox
L'egoismo non consiste nel vivere come ci pare ma nell'esigere che gli altri vivano come pare a noi. (Oscar Wilde)
Avatar utente
pigro
Newbie
Newbie
 
Messaggi: 19
Iscritto il: 11/09/2013, 9:23

Re: O.S.P.A. - Open Source nella Pubblica Amministrazione

Messaggioda metaldaze » 22/08/2014, 19:34

Il redirect di dubbio gusto si attiva solo se si segue il link direttamente: c'è del codice javascript che carica il redirect solo se il referrer contiene determinate stringhe, una delle quali è "forum" che calza perfettamente con forum.debianizzati.org.
Ho modificato il post aggiungendo uno slash dopo http:. Chi volesse leggere l'articolo deve copiare l'indirizzo e incollarlo direttamente sulla barra degli indirizzi del browser, ovviamente omettendo lo slash di troppo ;)
metaldaze
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 2350
Iscritto il: 13/12/2005, 5:18
Località: Torino

Re: O.S.P.A. - Open Source nella Pubblica Amministrazione

Messaggioda marcomg » 22/08/2014, 19:54

Certo che il creatore di quello script è proprio un bastardo! Un utente posta in buona fede un collegamento e si trova un porno? Non ne vedo il senso...
Questo mi ha ricordato di disattivare il rederrer.
Windows is what you open when you want fresh air from outside.
Avatar utente
marcomg
Hero Member
Hero Member
 
Messaggi: 5562
Iscritto il: 22/08/2011, 18:54


Re: O.S.P.A. - Open Source nella Pubblica Amministrazione

Messaggioda marcomg » 26/08/2014, 10:02

Non so quanto cina e russia siano più buone degli stati uniti alla fine.
Windows is what you open when you want fresh air from outside.
Avatar utente
marcomg
Hero Member
Hero Member
 
Messaggi: 5562
Iscritto il: 22/08/2011, 18:54

Re: O.S.P.A. - Open Source nella Pubblica Amministrazione

Messaggioda Spoon » 06/11/2015, 0:51

Riesumo questo thread per parlarvi di una grossa novità: il Piano digitale per la scuola digitale. Qualche giorno fa il ministro Giannini ha presentato questo piano per la digitalizzazione della scuola italiana. Ne ho letto un resoconto in un articolo del Post su cui si può trovare il link al file pdf del Piano. Sul sito ufficiale c'è anche un più sintentico pieghevole.

Si parla di portare internet in ogni aula italiana, fornendo le infrastrutture adatte (niente Bring Your Own Device), quindi perlomeno la connessione e un computer; fornendo anche una formazione ai docenti per integrare la didattica classica con una didattica "digitale".

Il piano elenca una serie di "azioni" concrete da intraprendere per arrivare agli obiettivi prefissi:
  • fibra per banda ultra-larga alla porta di ogni scuola
  • cablaggio interno di tutti gli spazi delle scuole
  • single sign on
  • un profilo per ogni studente e per ogni docente
  • registro elettronico
  • formazione dedicata dei docenti
e altre ancora, che si possono trovare nel documento. Come sempre ci sono pareri positivi e negativi, io personalmente sono parzialmente soddisfatto. In ogni caso, tra il dire e il fare...
Soprattutto, mi ha colpito la mancanza di riferimenti a software libero o open source, a che sistemi operativi saranno usati, se si vorrà provare qualcosa di nuovo o rimanere ancorati ai soliti soggetti. Tutto questo è in effetti più materia da decreti attuativi e regolamenti che da "piano d'intenti", ma sono rimasto un pochino sorpreso che in un documento di 140 pagine non si trovi un piccolo spazio per dichiarare in che direzione ci si muoverà.
Commenti?
Spoon
wiki member
wiki member
 
Messaggi: 333
Iscritto il: 23/11/2013, 14:37

Re: O.S.P.A. - Open Source nella Pubblica Amministrazione

Messaggioda metaldaze » 06/11/2015, 9:40

Il problema fondamentale è: chi paga? L'iniziativa sarebbe anche buona, se la scuola italiana non avesse già una serie di altre "lacune" più gravi relative a quella che dovrebbe essere la sua funzione di base: la didattica. Mancano i soldi per gli insegnanti di sostegno e per i supplenti, le lezioni di lingua straniera sono tenute dagli stessi insegnanti di classe spesso non adeguatamente preparati, così come sono gli stessi insegnanti che "insegnano" informatica ai bambini delle elementari. Insomma, bella iniziativa, ma la vedo un po' come mettere le rubinetterie d'oro in una casa senza il soffitto!
metaldaze
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 2350
Iscritto il: 13/12/2005, 5:18
Località: Torino

PrecedenteProssimo

Torna a News ed Iniziative

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite