Debianizzati.Org aderisce alla protesta contro il SOPA

Comunicazioni di Servizio, News riguardanti il forum e/o la struttura del sito.

Re: Debianizzati.Org aderisce alla protesta contro il SOPA

Messaggioda ferdybassi » 20/01/2012, 10:49

Che le cose siano collegate?
http://www.repubblica.it/tecnologia/201 ... -28445149/

Io non sono un particolare fan dello streaming, ma megaupload ospitava ad esempio anche gli album di un gruppo Punk della mia zona (sono il fotografo delle loro copertine...), che aveva scelto di distribuire gratuitamente la sua musica.
Adesso si stanno spostando su Jamendo, però intanto hanno avuto un danno senza essere colpevoli di nulla...

Ciao ciao
Immagine  Immagine
Avatar utente
ferdybassi
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 3271
Iscritto il: 28/12/2006, 4:22
Località: S. Angelo Lodigiano (LO)

Re: Debianizzati.Org aderisce alla protesta contro il SOPA

Messaggioda More+ » 20/01/2012, 11:41

ferdybassi ha scritto:Che le cose siano collegate?

Dalla reazione degli Anonymous sembrerebbe di sì:
http://www.webnews.it/2012/01/20/megaupload-una-notte-di-guerriglia-digitale/
Il caotico mondo visto con gli ingenui occhi di un Programmatore: http://programmatorepercaso.blogspot.com
Avatar utente
More+
Hero Member
Hero Member
 
Messaggi: 886
Iscritto il: 22/11/2006, 3:09

Re: Debianizzati.Org aderisce alla protesta contro il SOPA

Messaggioda HAL 9000 » 20/01/2012, 15:41

Per chi non l'avesse ancora letto, riporto un collegamento a un articolo di Attivissimo, che condivido totalmente. ;)

Condivisione == P2P

Per siti di hosting e streaming considerare invece che sono necessari soldi per tenere in piedi tutto quanto, visto che la banda non è fornita dall'upload degli altri client. Ergo è possibile soltanto con servizi che lucrano in qualche modo su quello che diffondo, almeno finché (tra non molto) ci saranno streaming audio e video che sfrutteranno il P2P.
E Kim Schmitz ha guadagnato un'enormità da megaupload e megavideo.
Ricordarsi di modificare il primo messaggio della discussione per aggiungere [RISOLTO] prima del titolo, quando conclusa.

Wiki: APT e Repository, Comandi utili, Collabora.
Manuali di Debian 9 "Stretch" (amd64): installazione, aggiornamento da Debian 8.
Avatar utente
HAL 9000
wiki member
wiki member
 
Messaggi: 1483
Iscritto il: 10/08/2009, 10:01

Re: Debianizzati.Org aderisce alla protesta contro il SOPA

Messaggioda Stemby » 20/01/2012, 16:44

Adesso leggo l'articolo di Attivissimo. In ogni caso, trovo quanto avvenuto sconcertante.

È indubbio che con il blitz di ieri l'FBI abbia dato una batosta alla diffusione illegale di contenuti protetti da copyright. È al contempo prevedibile che questa batosta sarà presto interamente assorbita dal P2P.

Faccio inoltre notare che con questa azione sono stati resi irraggiungibili anche contenuti privati perfettamente legittimi. Pensiamo alle (sconsiderate) persone che hanno appoggiato lì materiale con importanza affettiva o economica/lavorativa, e che magari non hanno pensato di replicarlo altrove; oppure a chi ha pagato per poter usufruire di questi servizi (a quanto pare esisteva anche una tariffa "a vita"). Il danno è evidentemente enorme.

Chi è che risarcirà chi ha utilizzato questi servizi per fini leciti?
Ultima modifica di Stemby il 20/01/2012, 17:02, modificato 1 volta in totale.
Stemby
wiki member
wiki member
 
Messaggi: 1428
Iscritto il: 11/04/2009, 15:47
Località: Missaglia (LC)

Re: Debianizzati.Org aderisce alla protesta contro il SOPA

Messaggioda More+ » 20/01/2012, 16:58

HAL 9000 ha scritto:Per chi non l'avesse ancora letto, riporto un collegamento a un articolo di Attivissimo, che condivido totalmente. ;)


Io, invece non condivido totalmente.. o meglio condivido fino a
"Inoltre sono diventati multimilionari scroccando le fatiche altrui "


Poiché un'attività commerciale è a fini di lucro è normale lucrare sul frutto del lavoro (proprio o altrui), purché rientri nella legalità. Ad esempio i vari motori di ricerca, non creano le informazioni, ma offrono un servizio di ricerca di queste (e anche loro guadagnano fior di quattrini sulle "fatiche altrui"), ma anche figure come i promotori commerciali: non vendono niente, non creano niente, ma promuovo il lavoro di qualcun altro e "intascano" i soldi sulle "fatiche altrui", ecc.. di esempi se ne possono fare tanti: ma rientra tutto nella normalità.

Quindi non lasciamoci accecare dall'invidia che un gruppetto ragazzini (magari pigri e incapaci) siano riusciti a diventare miliardari per un buona idea nel momento giusto: come hanno speso i soldi e quanti ne hanno sono affari loro che non ci dovrebbe interessare.
Se hanno compiuto delle azioni illegali, per le attuali leggi, è giusto che paghino anche loro
se, invece,(e questo è un altro discorso) si propongono delle ingiuste leggi, prima del loro decreto, sarebbe bello che la democrazia dimostrasse di essere realmente democratica ascoltando la voce della maggioranza.

Infine per quanto riguarda Anonymous è ovvio che, operando nell'illegalità, le loro azioni siano sbagliate e non possono essere rappresentative del GIUSTO.

Insomma, di tutto l'articolo alla fine condivido pienamente solo questa frase:
"Prima di prendere le difese di Megaupload, leggete i capi d'accusa "


More+
Il caotico mondo visto con gli ingenui occhi di un Programmatore: http://programmatorepercaso.blogspot.com
Avatar utente
More+
Hero Member
Hero Member
 
Messaggi: 886
Iscritto il: 22/11/2006, 3:09

Re: Debianizzati.Org aderisce alla protesta contro il SOPA

Messaggioda More+ » 20/01/2012, 17:06

Stemby ha scritto:Chi è che risarcirà chi ha utilizzato questi servizi per fini leciti?

Teoricamente i titolari dell'attività (se riconosciuti colpevoli), ma bisognerebbe leggere le clausole del servizio... e sicuramente si sono tutelati (Google insegna ;) )

Comunque, se il tuo fruttivendolo copie una frode (o peggio) e lo Stato gli fa chiudere la bottega
non è così sconcertante*: ti cercherai un altro fruttivendolo ;D


More+

*se non sei tu il fruttivendolo
Il caotico mondo visto con gli ingenui occhi di un Programmatore: http://programmatorepercaso.blogspot.com
Avatar utente
More+
Hero Member
Hero Member
 
Messaggi: 886
Iscritto il: 22/11/2006, 3:09

Re: Debianizzati.Org aderisce alla protesta contro il SOPA

Messaggioda Stemby » 20/01/2012, 17:13

More+ ha scritto:Comunque, se il tuo fruttivendolo copie una frode (o peggio) e lo Stato gli fa chiudere la bottega
non è così sconcertante*: ti cercherai un altro fruttivendolo ;D

Ho capito, ma il fruttivendolo vende prodotti che si possono trovare altrove. Il paragone non regge.

È come se venisse arrestato un banchiere e, nel far questo, sequestrassero anche i beni dei correntisti o le loro cassette di sicurezza. Che colpa ne hanno loro?

Se proprio volevano chiudere quei siti, a mio avviso dovevano lasciare il tempo agli utenti di spostare i contenuti altrove.

Sia ben chiaro, non vorrei essere frainteso: se i proprietari di quei siti sono dei criminali, è giusto che paghino il loro conto con la giustizia.

Detto questo, anche io (forse per la prima volta) condivido ben poco di quanto esposto da Attivissimo: tra l'altro, per come la vedo io, la libertà di espressione e la censura anche in questo avvenimento c'entrano poco-niente.
Stemby
wiki member
wiki member
 
Messaggi: 1428
Iscritto il: 11/04/2009, 15:47
Località: Missaglia (LC)

Re: Debianizzati.Org aderisce alla protesta contro il SOPA

Messaggioda More+ » 20/01/2012, 17:46

Stemby ha scritto:Ho capito, ma il fruttivendolo vende prodotti che si possono trovare altrove. Il paragone non regge.

È come se venisse arrestato un banchiere e, nel far questo, sequestrassero anche i beni dei correntisti o le loro cassette di sicurezza. Che colpa ne hanno loro?


Era un paragone estremizzato (un po' come il paragone con la banca ;D )
Il concetto comunque è che è lecito chiudere un servizio e congelare tutti i beni contenuti in esso, poi i beni leciti verranno rilasciati, a cura e a spese del gestore dell'attività (se colpevole), ai loro proprietari e anche eventuali disservizi dovranno essere coperti dal titolare ...salvo clausole specifiche scritte nel contratto!


Stemby ha scritto: tra l'altro, per come la vedo io, la libertà di espressione e la censura anche in questo avvenimento c'entrano poco-niente.

Condivido pienamente ..anche se riconosco che per molti questo can can (che coinvolge contesti come illegalità-libertà-ideali) delle varie notizie in Rete porta innegabilmente profitto ai media (che lucrano alle spalle degli altri ;D )

More+
Il caotico mondo visto con gli ingenui occhi di un Programmatore: http://programmatorepercaso.blogspot.com
Avatar utente
More+
Hero Member
Hero Member
 
Messaggi: 886
Iscritto il: 22/11/2006, 3:09

Re: Debianizzati.Org aderisce alla protesta contro il SOPA

Messaggioda HAL 9000 » 20/01/2012, 17:58

More+ ha scritto:Poiché un'attività commerciale è a fini di lucro è normale lucrare sul frutto del lavoro (proprio o altrui), purché rientri nella legalità. Ad esempio i vari motori di ricerca, non creano le informazioni, ma offrono un servizio di ricerca di queste (e anche loro guadagnano fior di quattrini sulle "fatiche altrui"), ma anche figure come i promotori commerciali: non vendono niente, non creano niente, ma promuovo il lavoro di qualcun altro e "intascano" i soldi sulle "fatiche altrui", ecc.. di esempi se ne possono fare tanti: ma rientra tutto nella normalità.
(...)


C'è però una sostanziale differenza tra il fornire un modo per raggiungere quanto è già distribuito, alle condizione rese disponibili da chi ne ha il diritto (e dando loro possibilità con il robots exclusion standard di evitare che il proprio sito sia indicizzato, in parte o totalmente), e il distribuire qualcosa di qualcun altro alle proprie condizioni, guadagnandoci pure.
Inoltre Google guadagna per il servizio che offre (il motore di ricerca), non per i contenuti veicolati, che sono accessibili sui siti indicizzati e non resi disponibili da Google da un'altra parte. Senza contare che con AdSense permette a chi crea contenuti di guadagnare qualcosa.
Avrei visto più pertinente il confronto con Youtube, altro servizio di streaming. Immagino però che Google sia più celere nel rimuovere i video incriminati, e anche il limite alla durata di ciascun video deve aiutare a contenere il fenomeno per i film.

Con il P2P anche quando avviene la distribuzione di materiale in violazione al copyright dello stesso, non c'è nessuno che guadagna denaro e la banda in download è data dalla somma di quella in upload.
È una forma di condivisione, non la migliore dato che il contenuto non viene arricchito nel processo (come nel software libero) e non sostiene economicamente chi lo ha realizzato, ma resta condivisione. E se il contenuto piace si può anche pensare all'acquisto come risarcimento all'autore o all'autrice, dubito però che questo avvenga se si ha già pagato per la versione gratis.

Questo era quello che volevo dire. Non c'entra con la legge, che al momento anzi colpisce molto più duramente gli utenti P2P visto che sono anche "fornitori" in caso di violazioni di copyright. ;)

Detto questo mi spiace per quei clienti che si sono visti interrompere un servizio relativo a materiale legittimo, dopo aver pure pagato per esso. Ma, ehi, esiste il P2P anche per loro! Tra non molto forse anche con streaming. :)


Infine per quanto riguarda Anonymous è ovvio che, operando nell'illegalità, le loro azioni siano sbagliate e non possono essere rappresentative del GIUSTO.


Non concordo sull'equazione legalità == giusto, pur condividendola in questo caso specifico.

Semplificando molto, in un sistema democratico "ciò che è giusto" viene approssimato con quanto ritenuto giusto dalla maggioranza. E in una democrazia rappresentativa la maggioranza è approssimata da un partito o una coalizione di partiti.
Dubito però che quando si parla di copyright si possa affermare, a prescindere dalla propria posizione a riguardo, che la legge che tutela il copyright così com'è attualmente abbia un forte sostegno popolare, pur avendone uno grandissimo da parte dei "nostri rappresentanti" e in maniera pressoché trasversale.
Ricordarsi di modificare il primo messaggio della discussione per aggiungere [RISOLTO] prima del titolo, quando conclusa.

Wiki: APT e Repository, Comandi utili, Collabora.
Manuali di Debian 9 "Stretch" (amd64): installazione, aggiornamento da Debian 8.
Avatar utente
HAL 9000
wiki member
wiki member
 
Messaggi: 1483
Iscritto il: 10/08/2009, 10:01

Re: Debianizzati.Org aderisce alla protesta contro il SOPA

Messaggioda More+ » 20/01/2012, 18:34

HAL 9000 ha scritto:C'è però una sostanziale differenza tra il fornire un modo per raggiungere quanto è già distribuito, alle condizione rese disponibili da chi ne ha il diritto e il distribuire qualcosa di qualcun altro alle proprie condizioni, guadagnandoci pure.

Sì, la differenza c'è ma se chi distribuisce pone delle proprie condizioni e anche dei costi per il servizio di "distribuzione" non violando la licenza del contenuto... è normale (non mi riferisco più a Megaupload e compagnia bella perché non so come funzionava il loro servizio). Io, ad esempio, potrei creare, nel rispetto delle licenze dei prodotti, il mio app store a pagamento per scaricare dei software reperibili gratuitamente... alcuni utenti si abboneranno semplicemente per la comodità del mio servizio anche se potrebbero avere quei software gratuitamente, e gli autori di quei software non avrebbero alcun diritto di percepire delle royality, qualora non avessero coperto i loro prodotti con delle opportune licenze.
Non c'è niente di male, ovviamente idealmente, se uno ha cuore oppure è assai furbo potrebbe anche donare (ma senza alcun obbligo) dei soldi agli autori ...un po' come fa una famosa G.


HAL 9000 ha scritto:Non concordo sull'equazione legalità == giusto, pur condividendola in questo caso specifico.

il giusto e lo sbagliato, il bene e il male, sono concetti difficili che non possono avere una valenza universale uguale per tutti. Idealmente, le leggi di una comunità dovrebbero appunto rappresentare la linea di demarcazione tra questi due, perché se ci si affidasse alla "soggettività" degli individui per l'interpretazione finiremmo nel caos puro.


More+
Il caotico mondo visto con gli ingenui occhi di un Programmatore: http://programmatorepercaso.blogspot.com
Avatar utente
More+
Hero Member
Hero Member
 
Messaggi: 886
Iscritto il: 22/11/2006, 3:09

Re: Debianizzati.Org aderisce alla protesta contro il SOPA

Messaggioda pmate » 15/02/2012, 13:06

Visto che qui si è parlato di SOPA, voglio segnalare questo bellissimo post di Paulo Coelho (qui l'unica traduzione italiana che mi sia capitato di trovare - ma non ne ho cercate altre...).

Anche Coelho ritiene SOPA e compagnia bella un pericolo per la rete e il suo punto di vista è il punto di vista di un uomo certamente non comune.

Cito qualcosa che mi ha colpito particolarmente:
‘Pirating’ can act as an introduction to an artist’s work. If you like his or her idea, then you will want to have it in your house; a good idea doesn’t need protection.

The rest is either greed or ignorance


Lettura consigliatissima.


Ciao,
pmate
Unix E' user friendly... E' solo selettivo su chi può essergli amico... (Tollef Fog Heen)

Immagine
Avatar utente
pmate
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 3574
Iscritto il: 11/12/2007, 23:41

Re: Debianizzati.Org aderisce alla protesta contro il SOPA

Messaggioda sbubba » 31/01/2014, 23:37

ritiro su questo vecchio post ma purtroppo ancora attuale.
ne sapete qualcosa sulla proposta del parlamento europeo di una legge per la censura di internet che verrà votata il 27 febbraio 2014?
io ho trovato queste fonti:
http://savetheinternet.eu/it/
http://daily.wired.it/news/politica/201 ... 52628.html

da savetheinternet.eu:
Potresti dovere pagare degli extra per ogni servizio internet.
La commissione europea ha proposto un regolamento che consentirebbe ai fornitori di accesso ad internet di fatturare ogni servizio in rete come costo aggiuntivo. Vengono chiamati "servizi specializzati", e questo potrebbe portare alla creazione di un'internet a due velocità, nella quale solo le società con le tasche gonfie possono permettersi di essere nella corsia preferenziale, lasciando tutti gli altri nella polvere.

I fornitori d'accesso internet controlleranno cosa puoi e cosa non puoi fare in linea
Se il regolamento non sarà modificato, i fornitori d'accesso internet saranno autorizzati a bloccare dei contenuti senza alcuna sorveglianza giuridica. I fornitori d'accesso internet non devono essere la polizia di internet. Non devono avere il diritto di decidere a quali contenuti puoi o non puoi accedere.

La libertà di parola sarà limitata e l'innovazione soffocata
Adesso giganti come Microsoft e Facebook sono allo stesso livello. Ma se la definizione di "servizi specializzati" non viene precisata, queste società saranno nella corsia preferenziale dell'autostrada digitale, lasciando le start-up ed i siti non lucrativi, come Wikipedia, nel canale lento.


la cosa è assolutamente abominevole, io comincio almeno a mandare qualche email ai parlamentari europei italiani, se volete la lista è qua http://www.europarl.europa.eu/meps/en/s ... country=IT
sbubba
Jr. Member
Jr. Member
 
Messaggi: 78
Iscritto il: 28/04/2011, 20:11

Re: Debianizzati.Org aderisce alla protesta contro il SOPA

Messaggioda dring » 16/04/2015, 7:07

per comunicare che il link esatto è
https://savetheinternet.eu/
feed your head
linuxuser # 2011188
Avatar utente
dring
Hero Member
Hero Member
 
Messaggi: 987
Iscritto il: 27/12/2010, 9:54
Località: Brescia

Precedente

Torna a Comunicazioni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti